Osservatorio di genere


Arcidonna News
News
Marcegaglia (Confindustria): "Con più donne a al lavoro il Pil crescerebbe del 7 per cento" Stampa E-mail

La neopresidente degli industriali italiani porta la questione occupazionale femminile in via dell'Astronomia. Arcidonna: "Finalmente qualcuno ci ascolta"

Leggi tutto... [Marcegaglia (Confindustria): "Con più donne a al lavoro il Pil crescerebbe del 7 per cento]
 
Eletti ed elette alla Camera e al Senato. Le solite facce. Anche in Sicilia Stampa E-mail
Niente di nuovo dal fronte politico nazionale. Ancora peggio da quello siciliano. Le elezioni che avrebbero dovuto cambiare il volto del Parlamento in risposta al vento dell'antipolitica hanno restituito al paese la solita vecchia classe dirigente. E la Sicilia ha dato il suo contributo.
Leggi tutto... [Eletti ed elette alla Camera e al Senato. Le solite facce. Anche in Sicilia]
 
Donne manager: il ritardo dell'Italia Stampa E-mail

Sono davvero pochissime le donne nei consigli di amministrazione delle società italiane. E così si riduce per definizione l'ambito di risorse e di talento a cui il paese può attingere per il proprio sviluppo. Se si vuole contribuire a risolvere il problema della mancanza di ricambio della classe dirigente, in politica come negli affari, bisogna dunque guardare anche alle questioni di genere. Magari seguendo l'esempio della Norvegia. Che la presenza femminile ai posti di comando l'ha imposta per legge, ottenendo risultati più che soddisfacenti
>>vai al blog di Arcidonna

 
"Oppresse da mafia e machismo". Le siciliane secondo la tv spagnola Stampa E-mail

Fa discutere un servizio andato in onda su Telecinco che dipinge la Sicilia «entre familia y mafia», come una società schiacciata dal mito del macho e della mafia. La troupe televisiva spagnola intervista un´impiegata del centro Cervantes, l´istituto per la promozione della lingua e della cultura spagnola che ha sede nella chiesa di Sant´Eulalia dei Catalani, nel cuore della Vucciria
>>vai al blog di Arcidonna

 
Legge contro la violenza di genere: centinaia le adesioni all'appello di Arcidonna Stampa E-mail
Sono già tante le donne che hanno aderito alla nostra campagna per l'approvazione del disegno di legge contro la violenza sulle donne. Un fenomeno che la cronaca di questi giorni ha riportato alla ribalta. Aderisci anche tu, per dire basta alla mattanza.
Leggi tutto... [Legge contro la violenza di genere: centinaia le adesioni all'appello di Arcidonna]
 
Depressione: donne più colpite a causa delle disuguaglianze di genere Stampa E-mail

La miglior cura per la depressione femminile e' la parita' fra sessi. Lo sostiene Donna Stewart, presidente dell'Associazione internazionale per la salute mentale delle donne, secondo la quale i motivi per cui il numero di donne che soffrono di depressione e' doppio rispetto agli uomini sarebbero, oltre a una serie di fattori biologici, una serie di 'ingiustizie sociali' di cui le donne sono vittime
>>vai al blog di Arcidonna

 
Il Papa contro l'aborto. Arcidonna: "Parole fuori dalla realtà" Stampa E-mail
Il Papa torna all'attacco della legge 194. Per Valeria Ajovalasit, presidente di Arcidonna: "Le critiche espresse oggi da Benedetto XVI, per quanto legittime, scontano una serie di gravi carenze e si basano su assunti in pieno contrasto con i dati ufficiali"
Leggi tutto... [Il Papa contro l'aborto. Arcidonna: "Parole fuori dalla realtà]
 
Aborto, viaggio negli ospedali siciliani Stampa E-mail
Oggi, quando si parla di aborto e obiezione di coscienza, il pensiero va subito a Giuliano Ferrara e alla sua lista elettorale uscita abbastanza malconcia dalle urne. In pochi, però, ricordano che la battaglia ideologica contro l'interruzione di gravidanza era già partita qualche anno fa. E non dalle pagine de "Il Foglio", ma dalla Sicilia, per la precisione dalla cattolicissima Agrigento. Nella città dei templi, infatti, dove da tempo trovare preservativi e altri anticoncezionali in farmacia è un'impresa, nel 2003 suscitò scalpore l'iniziativa della locale Ausl, che, in convenzione con l'associazione "Difendere la vita con Maria", aveva deciso di aprire un "cimitero" per i feti derivanti da operazioni di aborto. Sono passati cinque anni da allora, ma del cimitero non se n'è saputo più nulla. Del resto, si è pur sempre in Sicilia >Vai al blog

 
Lavoro, Sicilia maglia nera per tasso di disoccupazione femminile Stampa E-mail
E' la Sicilia la regione d'Italia con il più alto tasso di disoccupazione femminile. Secondo i dati dell'Istat riferiti al 2007, infatti, nell'Isola ben il 17,3 per cento delle donne in cerca di lavoro non è riuscita a trovare un'occupazione. Una percentuale nettamente più alta non solo rispetto al resto d'Italia, ma anche nei confronti delle altre regioni del Mezzogiorno >Vai al blog

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 75
Torna su