Errore
Palpeggiare in ufficio? Senza libido si può. Arcidonna: sentenza inaccettabile Stampa
Toccava le colleghe di lavoro, in maniera scherzosa, senza intenti libidinosi. Per questo la Cassazione ne ha confermato l'assoluzione. Kadri O., denunciato da una collega, era stato assolto in appello dall'accusa di violenza sessuale per la quale, in primo grado, era stato condannato ad un anno e due mesi di reclusione. Tuttavia dalle testimonianze era emerso che nel comportamento dell'extracomunitario non era ravvisabile alcuna ''ebbrezza sessuale''. Contro l'assoluzione di Kadri O. e' stata la Procura generale della Corte d'Appello di Bologna a fare ricorso in Cassazione per chiedere il ripristino della condanna inflitta in primo grado, il 17 maggio '99 dal Tribunale di Ferrara. Ma il reclamo non ha avuto successo.

È una sentenza inaccettabile e inquietante – dichiara Valeria Ajovalasit, Presidente nazionale Arcidonna – per il messaggio che dà,. Non solo non tiene inemmeno in considerazione il diritto delle donne a non essere disturbate con tali “gesti di cattivo gusto”, ancor peggiori sono il cattivo esempio e la libertà che tale sentenza consegna agli uomini, relegando le donne al ruolo di  oggetto su cui è possibile  mettere le mani a proprio piacimento, purchè “senza libido”. Se nel nostro Paese possono avere spazio sentenze di tale fatta - continua Valeria Ajovalasit - la strada per la affermazione dei diritti delle donne, nonostante leggi apparentemente dure contro i trasgressori, è ancora molto, molto lunga. Basta una sentenza a cancellare anni di battaglie? Che amarezza.