Gender Observatory


 

5x1000Arcidonna

 

Arcidonna
CARRIERE IN ROSA: ITALIA MAGLIA NERA Print E-mail
There are no translations available.

 

Uno studio della guru della Womenomics, Avivah Wittenberg-Cox e della Sapienza di Roma ha scattato la fotografia della leadership al femminile. Che sta crescendo, ma troppo lentamente. Le dirigenti sono solo il 13%, le presenze femminili nei CDA sono meno della metà e ancora troppe sono quelle che arrivano in alto solo in virtù dei legami familiari. Quando Avivah Wittenberg-Cox, il guru di Womenomics, ha letto i dati sulla presenza di donne nelle maggiori società italiane comprese nell'indice Fortune Global 500, il suo intervento non ha potuto che chiudersi con queste parole, l'Italia può fare meglio. E qualcosa si muove: la proposta di legge bipartisan sulle quote rosa nei cda ha appena avuto il via libera da Tremonti. E' solo un inizio. Sul sito di 20-first.com, che insieme alla Sapienza di Roma ha condotto uno studio sulla leadership al femminile nel nostro paese, compaiono le foto dei manager che guidano le dieci maggiori imprese italiane e sono tutte foto di uomini, salvo una, quella di Giulia Ligresti, immortalata come presidente di Premafin. (da La Repubblica Affari e Finanza di Cinzia Sasso).
Read more... [CARRIERE IN ROSA: ITALIA MAGLIA NERA]
 
Lettera aperta delle donne di Terzigno, al Sindaco Jervolino, al Ministro Prestigiacomo Print E-mail
There are no translations available.

Nessuna di noi può sentirsi rappresentata da poteri che irresponsabilmente hanno preparato la seconda invasione dei rifiuti in Campania. La forza di opporre gesti responsabili alla cultura del buttare altrove ferendo la terra, è sommersa da prepotenze che, stentiamo a credere, sono guidate da ordini Istituzionali.

I gesti che compiamo e che compiono la maggioranza delle donne anche a Terzigno, sono quelli che mettono loro e noi dalla stessa parte: dalla parte della terra e del Vesuvio, patrimonio dell’umanità ed icona non retorica della nostra città.

Le cittadine e i cittadini lo dicono, da quando si era in tempo, prima della seconda invasione dei rifiuti, che non sono possibili miracoli senza l’impiego delle risorse. Le cittadine e i cittadini dicono da sempre e mentre si è ancora in tempo, che chi vuol fare la cosa giusta non può farlo guardando al tornaconto politico e  affaristico immediato. Dopo un intero anno di inattività della Provincia di Napoli, proprietaria degli impianti di smaltimento, ognuno ha accumulato i suoi ritardi, colpevoli ed artefici dello sconforto nel quale è stata trasformata la lotta di coloro che vogliono salvare una terra, che è la terra.

Read more... [Lettera aperta delle donne di Terzigno, al Sindaco Jervolino, al Ministro Prestigiacomo]
 
SALVIAMO SAKINEH Print E-mail
There are no translations available.

 

 

Salvare la vita a Sakineh significa vincere una importantissima battaglia di civiltà contro chiunque neghi la libertà e minacci la vita di tante donne, in tutto il mondo. Condannare a morte una donna per lapidazione è frutto di una cultura barbara che va condannata ad ogni livello politico, sociale ed istituzionale. Arcidonna sostiene l'azione diplomatica avviata dai governi di tutto il mondo, unendosi a coloro che civilmente stanno testimoniando in queste ore la propria indignazione. FIRMA L'APPELLO

SALVIAMO SAKINEH 

 
Giorni di ordinaria follia: uccise oltre 100 donne in Italia (8 in 1 settimana) Print E-mail
There are no translations available.

 

Solo 16 anni, l’ultima vittima della follia maschile che sembra essere inarrestabile in questi giorni in Italia, partendo dal “civilissimo ed emancipato” nordest. È sconcertante assistere a questa mattanza ai danni delle donne senza che nessuno, a partire dal Ministro dell’Interno Maroni e dalla Ministra Carfagna, sembri rendersi conto del problema. Le donne in Italia sono vittime di una escalation di violenza senza precedenti i cui protagonisti sono sempre uomini, conviventi, ex-partner o parenti. Oltre il reato, esiste un gravissimo problema maschile che deve essere affrontato immediatamente e con efficacia. La violenza sulle donne non è una questione di ordinaria sicurezza, né di criminalità comune – dice Valeria Ajovalasit, Presidente nazionale Arcidonna - c’è una crisi di identità nel mondo maschile che ha visto perdere le proprie prerogative di superiorità e autorità nei confronti delle donne e che si manifesta in forme di grave violenza. Quali strategie sono in atto per comprendere a fondo e contrastare questo problema? Cosa sta facendo il governo per garantire sicurezza alle donne e colpire i criminali? Quanto ancora dobbiamo aspettare e quante donne dovranno ancora morire?

 
 
Quanto vale il lavoro delle madri? 1,7 milioni di euro. Print E-mail
There are no translations available.

Capaci di trasformarsi in cuoche, donne delle pulizie, infermiere, autiste, insegnanti, consigliere e persino Pr. 1,7 milioni di euro vale il lavoro svolto dalle mamme per accudire e aiutare a crescere i figli.

A quantificare in soldoni il lavoro materno è stata una ricerca, della catena «Tesco»Se le madri di tutto il mondo iniziassero a farsi pagare per i loro servigi, anziché fornirli gratis e spesso senza nemmeno uno straccio di ringraziamento, al compimento del diciottesimo anno di età i figli si vedrebbero presentare un conto spese da paura, pari a oltre 1,7 milioni di euro. Questo, infatti, l’esorbitante ammontare dei compiti svolti dalle moderne «mamme multi-funzioni», capaci di trasformarsi, all’occorrenza, in cuoche, donne delle pulizie, infermiere, autiste, insegnanti, consigliere e persino Pr per aiutare la crescita dei pargoli, con un dispendio di energie difficilmente paragonabile ad altre occupazioni.

Read more... [Quanto vale il lavoro delle madri? 1,7 milioni di euro.]
 
Bridges to Italy: un premio per i migliori cervelli femminili Print E-mail
There are no translations available.

Ci sono cervelli fuggiti dall’Italia che sono fieri di essere all’estero per fare rete con l’Italia e aiutarla, anche se da lontano. Sono cervelli femminili: donne impegnate nella ricerca sulle bio e nano tecnologie, energie rinnovabili e information technology. Quest’anno, per la seconda volta, l’associazione Bridges to Italy le premia, grazie al concorso «The Premio Award» che si concluderà a giugno e che , attraverso una votazione online, permetterà di decretare chi è la più brava scienziata italiana impegnata in questi campi che lavora nell'America del Nord.

IL PREMIO – Il concorso è organizzato dall’associazione californiana Bridges to Italy, fondata e presieduta da Bianca Delle Piane, italiana trasferitasi a Los Angeles, in collaborazione con Itwiin, Associazione italiana donne inventrici e innovatrici, e a fine giugno a Bari la vincitrice potrà tornare «a casa» a raccontare all’Italia il suo progetto. Lo spirito dell'iniziativa è tutto il contrario rispetto al lamento sulla fuga dei cervelli dal nostro Paese: le donne coinvolte cercano di fare rete anche con le colleghe italiane e distribuire la conoscenza e i risultati del loro lavoro tra l’Italia e il Nord America.

Read more... [Bridges to Italy: un premio per i migliori cervelli femminili]
 
5 x 1000 = ARCIDONNA Print E-mail
There are no translations available.

SOSTIENI LE DONNE, SOSTIENI ARCIDONNA. DEVOLVI IL TUO 5 PER 1000 AD ARCIDONNA.

Con una semplice firma sostieni Arcidonna. Scrivi il codice fiscale 97027370820

Firma nell'apposito riquadro che figura nei modelli di dichiarazione indicato come
«SOSTEGNO DEL VOLONTARIATO, DELLE ORGANIZZAZIONI NON LUCRATIVE DI UTILITÀ SOCIALE
(CUD, 730/1, UNICO persone fisiche) e scrivi il numero di codice fiscale di ARCIDONNA
 
ONU: Michelle Bachelet alla guida dell'Agenzia per l'Uguaglianza di Genere e l'Empowerment delle Donne Print E-mail
There are no translations available.

Comincerà a funzionare a gennaio 2011 la neonata Entità delle Nazioni Unite per l'Uguaglianza di Genere e l'Empowerment delle Donne UN Women, creata dopo una votazione all'unanimità dell'Assemblea Generale lo scorso 2 luglio e a guidarla sarà Michelle Bachelet. La nomina dell'ex- Presidente del Cile è stata annunciata lo scorso 14 settembre dal Segretario Generale Ban Ki-moon, sottolineando come la sua esperienza politica e la sua grande capacità di creare consenso, siano le caratteristiche principali per lavorare con le numerose agenzie delle Nazioni Unite e i partner nel settore pubblico e privato.Con l'istituzione del nuovo organismo, il Segretario Generale ha detto che il mondo è entrato in una nuova era nel lavoro delle Nazioni Unite per le donne. “UN Women - ha continuato Ban- rafforzerà gli sforzi delle Nazioni Unite per promuovere l’uguaglianza di genere, aumentare le opportunità e combattere la discriminazione in tutto il mondo, attraverso interventi che spazieranno dall’azione contro la piaga della violenza sulle donne alla nomina di un numero sempre maggiore di donne a posizioni di alto livello e agli sforzi per ridurre il tasso di mortalità materna”.
Read more... [ONU: Michelle Bachelet alla guida dell'Agenzia per l'Uguaglianza di Genere e l'Empowerment delle Donne]
 
"Donna diritto economia". Bando di Concorso per le migliori tesi di Laurea Print E-mail
There are no translations available.

L’‘Associazione di Teoria, Storia e Sociologia delle Istituzioni Giuridiche’ (ATSSIG), d’intesa con la rivista ‘Teoria e Storia del Diritto Privato’, bandisce il II PremioFrancesco Alfonso Brignola’ e il  il I PremioOttopagine’ per le migliori tesi di laurea su tematiche attinenti a ‘Donna diritto economia.

L’iniziativa, sostenuta da Silvana Ferraiolo Brignola e dalla rivista ‘Ottopagine’, è intesa a valorizzare l’impegno di giovani studiosi italiani che, nell’elaborazione della loro tesi di laurea, abbiano dato prova di particolare perizia e sensibilità nella segnalazione dei profili giuridici, storici e sociologici della condizione femminile nella famiglia, nella società e nelle professioni. Gli elaborati dovranno trovare rispondenza ad un’area di ricerca storico-giuridica, o di diritto vigente (anche se transnazionale), o economica, o sociologica.  Saranno pertanto esaminate le tesi di laurea che abbiano approfondito le suddette problematiche in prospettiva storica (diritti greci, diritto romano) e/o economica e/o sociologica e/o nella prospettiva del diritto vigente.

Read more... [Donna diritto economia". Bando di Concorso per le migliori tesi di Laurea]
 
Premio Maritaggio: a Torre del Greco aria da Tardo Medioevo. Coppie italiane è un’occasione da non perdere!!! Print E-mail
There are no translations available.


Il Sindaco di Torre del Greco (NA), Ciro Borriello (PDL) ha bandito il “Premio Maritaggio 2010”. L’idea è quella di aiutare le coppie bisognose che vogliono sposarsi ma…con il benestare della Chiesa.
Requisiti richiesti:
1.     
qualifica di “fanciulle bisognose prossime a contrarre matrimonio” con residenza a Torre del Greco “da almeno un  anno” e un’età “non superiore ai 30 anni”
2.     
possesso del certificato di buona condotta morale e civile dello sposo e della sposa rilasciata dalla chiesa
3.     
scambio di promessa di matrimonio rilasciata dalla chiesa
4.     
atto notorio della sposa
5.     
certificato di disoccupazione di tutti i componenti familiari.
Read more... [Premio Maritaggio: a Torre del Greco aria da Tardo Medioevo. Coppie italiane è un’occasione da non perdere!!!]
 
Da Messina alla Florida, ecco la più brava scienziata italiana in America Print E-mail
There are no translations available.

I suoi studi aprono prospettive innovative per la diagnosi e cura dei traumi cranici

Los Angeles, California, 10 giugno 2010 - Si chiama Stefania Mondello, è nata e ha studiato in Sicilia, e nel 2008 è approdata in Florida (USA), al Dipartimento di Anestesia dell’Università della Florida presso lo Shands Hospital di Gainesville, istituzione della quale è attualmente ‘research fellow’, e alla Banyan Biomarkers, Inc, dove riveste il ruolo di “Clinical Research Scientist”. Oggi, la comunità di studiosi, imprenditori ed esperti di innovazione raccolta nell’associazione californiana non profit Bridges to Italy (www.bridgestoitaly.org) l’ha eletta ‘migliore scienziata italiana in America’ assegnandole la seconda edizione del The Premio Award. Entrata in corsa solo una settimana prima della fine del concorso, Stefania Mondello ha surclassato con un distacco netto gli altri dieci progetti candidati, tutti di grande valore scientifico e imprenditoriale: il secondo più votato è quello di Laura Bordone di Novartis relativo allo studio sul verme nematode  Caenorhabditis elegans quale modello per lo studio della biologia dello sviluppo umano con possibili applicazioni in farmacologia; mentre in terza posizione c’è l’imprenditrice Candida Fratazzifondatrice di Boston Clinical Research, società specializzata nella realizzazione di disegni sperimentali volti a ridurre il time-to-market di nuovi farmaci.

Read more... [Da Messina alla Florida, ecco la più brava scienziata italiana in America]
 
Fecondazione: via il divieto all'etereologa Print E-mail
There are no translations available.

Smontare la legge italiana sulla fecondazione assistita. A sei anni dalla nascita (è stata approvata all’inizio del 2004) il testo che regola l’attività dei centri dell’infertilità rischia seriamente di ricevere un’ulteriore spallata. Sono stati depositati infatti i ricorsi contro il divieto alle tecniche eterologhe. Dieci coppie chiedono di poter tentare di avere un bambino avvalendosi della donazione di gameti (ovuli e sperma) appartenenti ad estranei. Il primo procedimento fra quelli avviati riguarderà il tribunale di Bologna. «Abbiamo ottime speranze di ottenere l’incostituzionalità così come è successo per il divieto di diagnosi preimpianto e di creare più di tre embrioni», è fiduciosa Maria Paola Costantini, del Foro di Firenze, uno dei relatori del convegno «Procreazione assistita e tutela della persona» organizzato a Roma dal Consiglio Nazionale forense. La relazione finale è stata affidata a Stefano Rodotà. Tra gli altri ne parleranno Pietro Rescigno, università La Sapienza, Guido Alpa, presidente del Consiglio Forense e Andrea Barenghi, università del Molise.

Read more... [Fecondazione: via il divieto all'etereologa]
 
Pronto? C’è la Carfagna? Per lo Stalking niente intercettazioni. Print E-mail
There are no translations available.


Nella legge sulle intercettazioni il reato di Stalking, che andrà in discussione alla Camera, figura tra quelli per i quali non potranno essere disposte intercettazioni. Proprio ieri è stato bocciato un emendamento dell’Italia dei Valori in tal senso. “Siamo sconcertate da quello che accade in Italia – dichiara Valeria Ajovalasit, Presidente nazionale Arcidonna – prima istituiscono il realto di stalking e poi impediscono di poterlo scoprire con una legge che non consente intercettazioni. Le molestie telefoniche, considerate Stalking, come potranno mai essere scoperte senza intercettazioni? È ridicolo! L’ennesima contraddizione della maggioranza ma ancor peggio l’ennesima beffa a danno delle donne, le pricipali vittime dello stalking. Inviamo ai capigruppo di Camera e Senato una e-mail di protesta. Arcidonna sostiene in pieno la battaglia del parlamentare Li Gotti e invita il popolo del web a firmare l’appello di Stefano Rodotà. Carfagna? Se ci sei batti un colpo! La Ministra intevenga immediatamente per cancellare questa vergogna.”
 
<< Start < Prev 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Next > End >>

Page 9 of 14
Torna su