Errore
Nuovi Sportelli Arcidonna Stampa
26 giugno 2008 - Conferenza Stampa di presentazione dei nuovi Sportelli Arcidonna. Aprono a Palermo, a Castellammare del Golfo (TP) e da settembre anche a Agrigento. servizi gratuiti e accessibile per tute le donne, italiane ed esxtracomunitarie.
“Quello dei servizi alla persona e alle famiglie – ha detto Nadia Caselgrandi, esperta di economie sociali e coordinatrice dello Sprotello – è un mercato strategico per lo sviluppo dell’occupazione nell’Isola, in particolare di quella femminile. Un mercato che va qualificato, combattendo lo stereotipo che vede il lavoro di cura come un mestiere di serie B. Ma soprattutto va trovata una soluzione per quel 70 per cento di lavoratoti domestici che vivono nel sommerso. Non è solo un problema di giustizia sociale, ma anche di ordine pubblico, perché, come hanno dimostrato indagini recenti, su badanti e colf ha messo le mani la criminalità organizzata”.

Il numero di irregolari nel settore dei servizi alla persona e alle famiglie non dovrebbe stupire più di tanto, visto che a febbraio su 12.454 domande presentate per la regolarizzazione di assistenti domestici in Sicilia (Decreto flussi 2007) ben 8.035 sono state rifiutate.
“In queste condizioni – dice Valeria Ajovalasit, presidente di Arcidonna - La clandestinità di badanti e colf diventa quasi fisiologica, soprattutto in una terra che continua ad avere un ritardo enorme rispetto al resto del Paese e dell’Europa in materia di welfare e servizi pubblici e privati alla persona e domiciliari. Bisogna implementare il settore privato dei servizi domiciliari, favorendo, tra le altre cose, l’emersione dal lavoro nero. E’ quello che crecheremo di fare con il nostro sportello, che per la prima volta in Sicilia darà vita a una ‘banca delle opportunità’ online, una sorta di banca del tempo che servirà a fare incontrare offerta e domanda di servizi domiciliari e di cura”.

Alla conferenza stampa di presentazione è intervenuto anche il segretario regionale dello Spi Cgil, Nino Reale: “Oggi in Sicilia abbiamo circa un milione di anziani, dei quali almeno 200 mila non sono autosufficienti. C’è quindi una domanda enorme di servizi di assistenza, alla quale la Regione non fornisce un’adeguata risposta. Per questo, l’azione di badanti e colf, spesso straniere, può coprire le carenze del welfare”.

Scarica l'Indagine dell'Osservatorio di genere
INDIRIZZI E TELEFONI
Sportello Palermo Via Alessio Di Giovanni, 14 Tel. 091/2738951 Ricevimento: lunedì e mercoledì 10.00/13.00, giovedì 15.00/18.00
Sportello Castellammare Circolo Didattico L. Pirandello - Piazza Europa, 2 Telefono 0924/1861286 Ricevimento: lunedì e venerdì 10.00/13.00, mercoledì 15.00/18.00

Una “banca delle opportunità” consultabile su internet che farà da trait d’union tra domanda e offerta di servizi alla persona e alle famiglie. Per promuovere il lavoro delle donne, per ampliare e qualificare il mercato dei servizi e favorire così la conciliazione dei tempi di vita. Tutto questo è lo Sportello Arcidonna, il centro di assistenza, consulenza e orientamento al lavoro che Arcidonna ha presentato oggi a Palermo nel corso di una conferenza stampa. Lo Sportello, che si trova in via Alessio Di Giovanni 14, nasce nell’ambito del progetto "Laboratorio di Pari Opportunità: pratiche per il superamento degli stereotipi" promosso da Arcidonna e finanziato dall'Unione europea con il Programma Equal.

“Lo Sportello – spiega Paola Cipolla, responsabile degli sportelli Arcidonna - assisterà ed orienterà le donne che vogliono e possono essere occupate all’interno dei servizi domiciliari e di cura alla persona e alle famiglie, per indirizzarle ad un aggiornamento delle competenze e promuovere l’informazione e la relazione con le donne e le famiglie che hanno necessità di tali servizi. In Italia, i lavori di questo tipo incidono appena l’8 % sull’intero mercato occupazionale, contro una media di quasi il 30 % nel resto d’Europa”. Lo Sportello, quindi, nasce anche per incidere su uno dei nodi chiave che impediscono un reale sviluppo dell’occupazione femminile: la difficoltà per le donne di conciliare il lavoro con gli impegni di cura della casa e della famiglia. Su questa problematica le operatrici di Arcidonna agiranno con un’opera di mediazione tra la domanda e l’offerta di lavori domiciliari e di cura. L’obiettivo è di creare per gli utenti dello Sportello dei profili individuali, a partire dai quali saranno sviluppati i possibili sbocchi occupazionali e le migliori soluzioni per le specifiche problematiche emerse durante i colloqui.

Tutto questo lavoro confluirà su internet, all’interno della “Banca delle opportunità”, il primo sportello online gratuito che potrà essere consultato sia da chi cerca servizi per conciliare vita e professione, sia da chi questi servizi li offre. La “Banca delle opportunità” è inserita in una rete che intorno allo Sportello coinvolge sindacati (Spi, Cgil), associazioni di volontariato (Auser), categorie produttive e istituzioni, che con Arcidonna hanno stipulato un accordo specifico per favorire la conciliazione dei tempi dui vita delle donne siciliane.
Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.arcidonna.org. Per chi intende rivolgersi allo sportello, invece, basta chiamare il numero 091 2738951, al quale sarà possibile prenotare un incontro con le operatrici di Arcidonna.