Osservatorio di genere


 

5x1000Arcidonna

 

Errore
  • Error translating Menus - missing currentLangMenuItems or activeMenu
Arcidonna
L'ITALIA HA BISOGNO DI CURA: CHI, SE NON LE DONNE? Stampa E-mail

La crisi cui è giunto il paese è gravissima, la situazione di stallo, i rischi per la democrazia imminenti. Sono difficili le soluzioni di governo e si paventa il ritorno al voto. E invece la grande maggioranza delle italiane e degli italiani, le famiglie e il tessuto delle imprese richiedono misure urgenti. Esistono in Italia, in tutti i campi (lavoro - imprenditoria - università - professioni - industrie creative e culturali -ricerca scientifica) e nell’associazionismo della società civile, competenze e anche eccellenze femminili, sensibili ai problemi della cura, in grado di dar vita a un governo. Tra le soluzioni percorribili potrebbe essere individuata quella di un governo in cui le maggiori responsabilità siano affidate a donne di provata competenza ed esperienza, che operi all’insegna del rispetto della dignità delle persone e delle istituzioni.

Perché non provare? Questo è il momento.

NOIDONNE (www.noidonne.org), NOI RETE DONNE, RETE PER LA PARITA’, A.N.D.E, ARCIDONNA, CIF, FONDAZIONE ADKINS CHITI-DONNE IN MUSICA, POWER AND GENDER, PARIMERITO.COM

#chisenonledonnealgoverno
http://www.facebook.com/pages/noidonne/38907601699

 
LAURA BOLDRINI E PIETRO GRASSO: GRANDISSIMI PRESIDENTI Stampa E-mail
Stupenda l'elezione di Laura Boldrini a Presidente della Camera, per vent'anni ha lavorato all'ONU ed era portavoce dell'Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite. Grazie Laura per il meraviglioso discorso, chiaro, diretto, non retorico, stupenda interprete del sentire delle donne e degli uomini di questo nostro malconcio paese. Hai ridato d'un colpo fiato e fiducia alle Istituzioni, scacciando la cattiva politica che ha inondato l'Italia in questi lunghi anni. Grazie Laura. E poi lasciatemelo dire ho respirato a pieni polmoni e non è un caso se questo è accaduto grazie a una donna, che ha girato il mondo, lavorando per vent'anni all'ONU, e che ha combattuto insieme a tutte noi e tutti noi contro tutte le violenze, tutte le ingiustizie e tutte le mafie. Ultimo dettaglio, marchigiana, ma eletta nella mia Sicilia. Al Senato un'altra grande vittoria: Pietro Grasso. A entrambi l'augurio sincero di Arcidonna: buon lavoro.
Leggi il discorso d'insediamento di Laura Boldrini.

 

 
PIU’ DONNE IN PARLAMENTO CON LA VITTORIA DEL CENTROSINISTRA Stampa E-mail

 

Una bella differenza, dall’analisi effettuata dal nostro osservatorio, sulla presenza delle donne nelle liste più significative di Camera e Senato emerge un quadro nuovo e interessante. Abbiamo analizzato la presenza delle donne nelle liste di PD – PDL – UDC - M5S – SEL - LISTA MONTI - RIVOLUZIONE CIVILE INGROIA: nelle prime dieci posizioni, come capolista, nelle seconde e terze posizioni , dunque le posizioni di eleggibilità. Questi i risultati:  I partiti di sinistra PD e SEL saranno quelli che eleggeranno più donne, insieme al movimento Cinque Stelle, mentre il nuovo movimento Rivoluzione Civile di Ingroia ne eleggerà pochissime.

Consulta i dati dell'Osservatorio Arcidonna: CAMERA - SENATO

 

Dai dati emerge con chiarezza che alla Camera i partiti di sinistra e il M5S sono quelli che hanno deciso di investire più credibilmente sulle donne e contribuiranno più di tutti ad un radicale cambiamento nella futura composizione del Parlamento italiano. Deludente la scelta di Rivoluzione Civile di Ingroia che parla a parole di democrazia paritaria ma nei fatti eleggerà alla Camera pochissime donne e in Sicilia nessuna . Discreta la posizione della Lista Monti e scarsa quella dell’UDC, sufficiente quella del PDL. Complessivamente Il Parlamento passerà da un ridicolo 20% ad una forbice che oscillerà tra il 30% - 38%. Determinante ovviamente sarà il risultato delle coalizioni , se vinceranno i partiti di centro sinistra avremo più donne elette tra il 38% / 40% , se vinceranno i partiti di destra la percentuale diminuirà sensibilmente . Al Senato ancora più netta sarà la differenza: il PD (nelle prime 3 posizioni) ne ha 24 e SEL 25 e saranno i partiti che eleggeranno più donne insieme al M5S che ne ha 28 ,mentre pessima la performance del PDL che cala terribilmente: (nelle prime tre posizioni) ne ha solo 5,d iscreta la lista ( Monti, UDC, FLI ) che ne porta 14.  

Alla Camera: le Regioni che eleggeranno più donne (nelle prime 10 posizioni). La Lombardia 63 , la Sicilia 44 ,Il Veneto 43 ,il Lazio 42, la Campania 40. Interessante il dato siciliano alla Camera le donne nelle prime tre posizioni sono così distribuite : PD 2 ,SEL 4 , il M5S 4, Lista Monti 1 , PDL 1 , UDC 0 e Rivoluzione Sicilia di Ingroia 0

di Valeria Ajovalasit


 
30% DI DONNE NEL NUOVO PARLAMENTO Stampa E-mail
   
Dal voto del 24 e 25 febbraio le elettrici e gli elettori hanno dato vita ad un Parlamento profondamento rinnovato per generazioni e per genere. I grafici elaborati dall’osservatorio di genere, confermano i risultati emersi dalla nostra ricerca prima del voto. Per la prima volta nella storia della Repubblica Italiana le donne supereranno la soglia del 30%. Adesso che la campagna elettorale è finita, gli eletti e le elette dovranno fare i conti con un risultato , frutto di una indecente legge elettorale, partorita da menti contorte e irresponsabili, che non consentirà a nessuna delle forze in campo di avere una maggioranza capace di esprime un governo. Ma il paese ha urgente bisogno di risposte ai gravissimi problemi della gente. Stop alla campagna elettorale, stop allo spettacolo, basta con gli inseguimenti dei giornalisti a chi ha deciso di non parlare con loro, stop ai giochetti istituzionali. Siete state elette ed eletti e adesso tutte e tutti al lavoro, l’Italia non può più attendere. Le donne e i giovani di questo Parlamento dovranno provocare un radicale cambiamento e dovranno essere le vere protagoniste. Dovranno  prendersi cura di noi comuni mortali , e dovranno con un grande senso di responsabilità, fare quello che hanno gridato, blaterato,  durante  questo mese di  campagna elettorale. Si dia vita ad un governo di programma per riformare subito: la legge elettorale, che dovrà contenere norme antidiscriminatorie efficaci , il finanziamento ai partiti, il conflitto di interesse, la corruzione, la giustizia, e soprattutto dare un forte segnale concreto ai giovani puntando sullo sviluppo sostenibile e sulla ricerca.     di Valeria Ajovalasit

Consulta i dati in dettaglio: CAMERA - SENATO
 
CONTRO LA VIOLENZA NON BALLIAMO DA SOLE Stampa E-mail
UNA FESTA DANZANTE PLANETARIA PER FERMARE IL FEMMINICIDIO. APPUNTAMENTO NELLE PIAZZE ITALIANE IL PROSSIMO 14 FEBBRAIO.

La danza è una «via diretta alla verità: pericolosa, gioiosa, sensuale, sacra, dirompente, contagiosa, e rompe le regole. Si può ballare in ogni momento, in ogni luogo, con chiunque e gratis. Il ballo unisce e spinge ad andare oltre: questo è il cuore di One Billion Rising». Per il prossimo 14 febbraio (5° V-Day, movimento contro la violenza sulle donne) la creatrice di I Monologhi della Vagina, Eve Ensler, ha invitato il mondo a una festa da ballo planetaria. R.S.V.P.: e il mondo, 184 paesi (ne mancano appena 14) ha accettato l’invito. Si danzerà dappertutto per fermare la violenza che opprime ogni giorno un miliardo di donne. Ma se «un miliardo di donne violate è un’atrocità» dice Ensler «un miliardo di donne che ballano è una rivoluzione» One Billion Rising è una protesta creativa e non violenta cui hanno aderito «singoli e associazioni di tutti i tipi. Intellettuali, star del cinema come Robert Redford e Rosario Dawson, lavoratori migranti. Contadini e ballerini professionisti. Grandi organizzazioni, da Amnesty International ai sindacati americani, e piccoli centri antiviolenza. Il Dalai Lama e tante attiviste appassionate. Gente di tutti i mondi e di ogni posizione politica, economica, sociale ed etnica che lotta insieme per un comune obiettivo. È straordinario». Intervista di Marina Terragni a Eve Ensler, autrice de I monologhi della vagina. TUTTI GLI APPUNTAMENTI NELLE CITTA' ITALIANE.

Leggi tutto... [CONTRO LA VIOLENZA NON BALLIAMO DA SOLE]
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 35
Torna su